pattinaggio su rotelle



Pattinaggio su rotelle


Il Pattinaggio modella il corpo dei bambini e dei ragazzi con costante armonia. Migliora la respirazione, mentre l’attività motoria viene esaltata da movimenti eleganti e rapidi. Il pattinaggio sviluppa l’equilibrio, la coordinazione dei movimenti e l’elasticità  delle principali articolazioni degli arti superiori, inferiori e della colonna vertebrale, a qualunque livello questo sport venga praticato. Se si segue un allenamento costante si ottiene un progressivo miglioramento della capacità  respiratoria, dell’ossigenazione dei tessuti attraverso la vasodilatazione indotta dal movimento e dalla forza muscolare, principalmente degli arti inferiori, dei glutei e della parete addominale.
Il pattinaggio cura la tendenza al valgismo; infatti dovendo fare forza col piede sul pattino per ottenere una maggiore presa sul terreno, il bambino è obbligato a tenere le ginocchia nella giusta posizione. Se praticato precocemente, il pattinaggio può contribuire a prevenire o a correggere eventuali vizi di posizione delle ginocchia e degli arti inferiori.

Sui muscoli, il pattinare ha effetti benefici dato il movimento continuo esercitato dalle gambe per spostarsi sulla pista. Nella fase di avanzamento e spinta, il pattinare tonifica la muscolatura dei glutei. Lavorano anche i muscoli delle braccia, impegnati nel mantenere un corretto equilibrio del corpo rispetto alla pista.

Praticato a lungo, il pattinaggio abbassa la frequenza cardiaca aumentando al tempo stesso la quantità di sangue inviata in circolo ad ogni contrazione del muscolo cardiaco. A bassa intensità di sforzo, stimola la capacità del cuore di pompare sangue nei vasi e in circolo, irrorando i tessuti.

In generale, il pattinaggio è considerato uno sport completo che si tra le prime tecniche sportivo-terapeutiche dopo il nuoto.


PROGRAMMA

Durante l’anno gli atleti impareranno a muoversi sulle 8 ruote iniziando dai primi passi per arrivare a salti ed esercizi più complessi: arriveranno ad eseguire vari tipi di trottole e diverse figure tecniche. Sarà dato molto risalto al lato artistico di questo sport con eleganti coreografie di gruppo che affineranno il rapporto e la coordinazione tra gli atleti.


Francesca Carocci

istruttrice Pattinaggio su rotelle

Una ragazza sportiva e solare che ha conosciuto il pattinaggio artistico all’età si 6 anni e se ne è subito innamorata. Da allora è iniziata la sua carriera da pattinatrice culminata nel primo posto alla gara nazionale “Don Bosco Cup” nel 2014. Il conseguimento del corso di “allenatore giovanile” e successivamente il corso di allenatore di primo livello entrambi certificati dalla F.I.S.R. (Federazione Italiana Sport Rotellistici) le hanno reso possibile la carriera di allenatrice di pattinaggio.